Donazioni aziendali

Molte aziende ogni anno scelgono di dare un contributo a diverse associazioni, quasi sempre locali. Come scegliere allora a chi fare una donazione?

Il mio consiglio è di riservare incentivi restando in linea con i propri valori aziendali in modo che non sia una donazione spot, ma che diventi un sostegno sentito di cui farsi primi promotori.

Se in azienda c’è un forte senso di team, proporrei un’associazione sportiva.

Se l’impresa è sensibile ai temi sociali, opterei invece per donazioni per la ricerca medica o per associazioni per la prima infanzia e per le case di riposo.

Se c’è un’attenzione continua all’ambiente, si può ragionare su diverse realtà che si occupano di piantare alberi o del ripopolamento degli alveari o della tutela di altri animali.

Se invece c’è uno spirito volto più alla cultura e all’arte, si possono supportare associazioni che promuovono la musica o il teatro o si possono istituire collaborazioni con delle realtà museali minori.

Ogni azienda ha il suo carattere, sarebbe incoerente promuovere un’associazione alla quale non ci si sente affini. Il bello di queste scelte è che, se fatte con criterio, possono veramente portare a una crescita da entrambe le parti e non solo a “una voce di spesa” nel bilancio economico.

Published by cimpi88

Smart, sweet and... sapere aude

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: