Al MOMA inclusione ed equità

In febbraio, al MOMA 10 artisti affrontano il tema dell’equità e dell’inclusione sociale partendo dall’architettura che spesso, nella storia, è stata simbolo di divisione e definizione sociale.

Olalekan Jeyifous e una New York distopica

Olalekan Jeyifous, artista di Brooklyn, è tra i 10 artisti selezionati per la mostra “Reconstructions: architecture and Blackness in America” in scena al MOMA dal 20 febbraio. 

L’artista immagina una New York così tanto colpita e trasformata dalla crisi climatica, che il governo ha dovuto limitare la mobilità per contenere le emissioni. Uno scenario distopico che vede l’arte confermarsi mezzo di comunicazione per trattare temi legati anche all’emergenza ambientale. Centri abitati, chiese e alimentari mutati culturalmente in uno scenario quasi da genere sci-fi.

Una mostra di impegno sociale

La mostra del MOMA vuole esplorare per la prima volta la relazione tra architettura e spazi della dispora delle comunità Afro-Americana e Africana attraverso la narrazione di 10 designers e artisti che immaginano come costruire nuove storie di equità e inclusione. Privazione di diritti civili e violenza che hanno segnato anche l’architettura tra ghetti, infrastrutture, tossine ambientali e accesso non equo alle istituzioni educative e finanziarie questi alcuni dei punti da risolvere, per un’evoluzione comune e condivisa. 

Arte, simbolo di cultura

Il mondo dell’arte sta dimostrando, mostra dopo mostra e commissione artistica dopo commissione artistica, che vuole essere simbolo per la difesa di valori umani e sociali. Del resto arte, cultura e letteratura hanno sempre avuto la genialità e la profondità di riportare e rappresentare la società delle varie epoche. Non solo, si sono infatti fatte ambasciatrici delle problematiche e delle criticità da affrontare. La nostra epoca ha bisogno più che mai di affrontare i temi legati ai diritti umani, all’inclusione, alla lotta contro razzismo e xenofobia.

Published by cimpi88

Smart, sweet and... sapere aude

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: